Archives for category: e-government, open data

La CIVIT, Commissione Indipendente per la Vigilanza e la Trasparenza e dal 2012 anche Autorità nazionale anticorruzione, ha pubblicato il Rapporto sulla Trasparenza negli Enti Pubblici Nazionali. Obiettivo, oltre che offrire un quadro dello stato della trasparenza amministrativa negli enti pubblici, è segnalare i principali motivi per cui gli obblighi di pubblicazione non vengono rispettati.
Read the rest of this entry »

Da un intervento di Ernesto Belisario a SMAU, alcuni esempi di siti basati su dati open. I nomi sono già un programma: “Where does my money go?” o “They work for you” la dicono lunga sulla distanza che separa l’Italia da UK e USA. Da noi, ancora oggi, alcune PA si insospettiscono alla richiesta di dati aperti, dimenticando forse che dati e informazioni pubbliche sono già – per definizione – di proprietà dei cittadini…

Read the rest of this entry »

immagine della guida Piter "Web 2.0 e Pubblica Amministrazione"
E’ da condividere la guida “Web 2.0 e Pubblica Amministrazione” realizzata nell’ambito del Piano Telematico dell’Emilia Romagna (Piter). Il documento, anche se datato 2010, è un’ottima introduzione al tema. Cerca di rispondere alle domande: le applicazioni Web 2.0 sono significative per il contesto dell’e-government? Quale impatto avrebbe il loro uso? Quali sono le le barriere giuridico/legali all’erogazione di servizi Web 2.0 nella P.A.? Read the rest of this entry »

I cittadini d’Europa dal 1° aprile 2012 potranno partecipare un po’ di più grazie al diritto d’iniziativa, ovvero la possibilità per chiunque di presentare un invito alla Commissione europea perché proponga un atto legislativo in un settore in cui ha la competenza (ambiente, agricoltura, trasporti o sanità pubblica). E la raccolta delle firme potrà avvenire anche per via elettronica. Read the rest of this entry »

Nella Direttiva 8/09 “Linee guida per i siti web della PA” si riflette sul concetto di e-participation, presentato come uno degli elementi qualificanti delle politiche di e-government, in particolare per garantire un migliore accesso ai servizi (e-inclusion) e facilitare, in un’ottica di apertura e trasparenza, la valutazione dall’esterno dell’azione di governo.

Read the rest of this entry »

L’Agenda Digitale per l’Italia è uno dei principali punti del decreto-legge in materia di semplificazione e sviluppo approvato durante il consiglio dei Ministri del 27 gennaio 2012.
Read the rest of this entry »

dislocazione set di dati open in Italia (dati.gov.it)
Oggi stavo navigando su dati.gov.it, il portale italiano degli open data ufficialmente inaugurato lo scorso ottobre. Pensavo alla sfida dell’Open Government, che prevede che le Amministrazioni agiscano in modo da garantire la più completa trasparenza dell’attività di governo rendendo pubblico tutto ciò che – per definizione - è pubblico.
Read the rest of this entry »

smart city
Dodici strategie realizzate da città europee e americane che hanno puntato sulle nuove tecnologie per migliorare la qualità della vita e la gestione dei processi urbani. Disponibile il white paper realizzato da Cittalia – ANCI.
Read the rest of this entry »

In Italia l’uso di strumenti 2.0 nell’ambito Sanità è ancora piuttosto sporadico.  Certo, Facebook & co. potrebbero supportare efficacemente le organizzazioni nel rispondere al bisogno di una comunicazione che si fa sempre più bi-univoca. E potrebbero aiutare ad individuare un nuovo approccio nel rapporto con i pazienti, di pari passo con il processo di empowerment degli stessi. Non è un cambio di mentalità da poco e nasconde, ammettiamolo, non poche difficoltà. E altrove…?
Read the rest of this entry »

La suggestiva e descrizione del concetto di linked data secondo Tim Berners Lee (Ted Talks, marzo 2009)