Archives for category: leggibilità

Ho ritrovato tra gli appunti un avviso scritto dalle FS alla clientela. Un piccolo capolavoro di incomprensibilità. Rileggendolo, visualizzo treni affollati, vagoni troppo freddi o troppo caldi; ricordo viaggi interminabili e ritardi inspiegabili. L’avviso a dire il vero non fa riferimento a disservizi, ma è talmente contorto e inavvicinabile da sovrapporsi perfettamente alla sensazione che mi hanno lasciato i viaggi da pendolare… Ma era il 1998, Trenitalia è migliorata. E soprattutto non pendolo più! Read the rest of this entry »

Scrivere non è una scienza esatta; al di là dello stile personale, però, per farci comprendere dal nostro interlocutore è sempre consigliabile fare chiarezza e puntare alla semplicità. In questo articolo propongo qualche riflessione per migliorare la leggibilità di un testo attraverso le scelte lessicali.
Read the rest of this entry »

La questione “leggibilità” si pone per qualsiasi testo scritto e per qualsiasi media.
 Per leggibilità intendiamo la condizione per cui un testo è comprensibile, facile da leggere; il significato tecnico del termine però è più complesso, soprattutto se riferito ad Internet, dove la leggibilità sfuma nel concetto di usabilità.
Read the rest of this entry »

Il burocratese si può sconfiggere. Ad esempio già dal 1993, a seguito di studi sul tema “leggibilità“, il Dipartimento per la Funzione Pubblica ha approntato il “Manuale di stile” per le pubbliche amministrazioni. Da allora altre guide, circolari, manuali hanno ribadito l’importanza del parlar chiaro,ma l’antilingua è dura a morire..

Read the rest of this entry »

La Direttiva “Chiaro!” del 2002, sull’importanza di semplificare il linguaggio dei testi amministrativi ha il pregio di essere utile e snella.

Read the rest of this entry »

Il Ministero della Difesa e l’importanza di scrivere in modo efficace nell’articolo “Farsi capire si può“. Imperdibile la traduzione di un passo della Genesi in burocratese.

Read the rest of this entry »